Menu
A+ A A-

Il cielo si tinge di arancio

Kenzo campione! Covid o non-covid, si conferma la squadra migliore di questo assurdo campionato con largo margine sulle due antagoniste, Bifronte e Yellowman, che hanno dovuto attendere lo scontro diretto dell'ultimo turno per definire le posizioni sui gradini del podio.

In sostanza quello che si era visto fino a febbraio ha poi trovato conferma nel pazzo mese di luglio, con le ultime dodici giornate condensate in meno di trentacinque giorni. Gli Orange, pur orfani di un superbo Ilicic, hanno saputo gestire qualche giro a vuoto e far fronte alle diverse assenze limitando i danni e, di fatto, conservando il margine di sicurezza per garantirsi la tradizionale "guard of honour" all'ingresso in campo negli ultimi turni di campionato.

Come possiamo vedere dalla classifica post-covid il divario tra il primo e secondo troncone è piuttosto consistente, tuttavia Mr. Tisselli si è guadagnato la quarta piazza lasciando soltanto pochi punti alle dirette inseguitrici.

Cavalcata trionfale che si ferma a sessantotto punti con ben trentasei segnature per il capocannoniere Immobile, vero trascinatore della squadra insieme ai capisaldi Donnarumma, Di Lorenzo, Pasalic, Pulgar, senza dimenticare il "latitante" Ilicic che ha tirato il convoglio Kenzo fino a febbraio.

Congratulazioni anche a Yellowman e Bifronte per aver onorato il torno sino in fondo mantenendo alto il livello della competizione e battagliando fino all'ultimo turno per la piazza d'onore. Per aggiungere qualcosa in bacheca, purtroppo, servirà attendere ancora

.

Buona pausa a tutti!

  • 26 pt. 32 r Yellowman
  • 22 pt. 27 r Giano Bifronte
  • 22 pt. 24 r Lokomotiv Scarpella
  • 20 pt. 20 r Kenzo FC
  • 18 pt. 22 r Athletic Panza
  • 13 pt. 15 r Gotham Rogues
  • 12 pt. 16 r Longobarda
  • 11 pt. 15 r Bardo Team
  • 11 pt. 10 r Attila FC
  • 10 pt. 15 r Gin Primo
Leggi tutto...

Coppa Covid, Panza bis

Si chiude il primo atto di questo 2020 malato, una finale di coppa combattuta, punto su punto fino al novantesimo. Poi, l'atletismo più fresco e la miglior qualità son venuti fuori alla distanza, con un secco zero-due ai supplementari.

Atto finale meritato ed onorato da entrambe, tutte e due hanno volato dopo il lockdown, ma purtroppo il trofeo va ad uno soltanto e tocca a Panza, collezionista di coppe, fare un posto in bacheca. La Bifronte dovrà probabilmente attendere almeno un'altra stagione per levare un po' di polvere dalla propria "mensola" trofei, ma deve ancora battagliare con l'Omino Giallo per garantirsi un ritorno più cospicuo in termini di premi-campionato.

Ancora congratulazioni agli atletici Panza e un caloroso "in bocca al lupo" a tutti i presidenti per l'ultimo strappo di fine campionato.

Leggi tutto...

Longobarda panzer da scudetto

Al capolinea di una lunga stagione, dopo un'aspra battaglia punto a punto, la Longobarda centra finalmente lo scudetto al quinto tentativo. La strategia di Mr. Giorgini alla fine ha pagato pur non risparmiando qualche azzardo e il serio rischio di veder sfumare l'obbiettivo proprio sulla linea del traguardo. Dopotutto Nicola è spinto da sempre dall'ambizione di costruire una squadra a trazione anteriore con la spina dorsale forte e di primissimo livello; quest'anno la ciambella è riuscita alla perfezione, buco compreso.

Infatti, sfumato il sogno Icardi, la dirigenza Longobarda ha puntato tutto sulla coppia Salah-Dzeko, pur non reduci da una stagione sublime, vincendo la scommessa; completata la dorsale con i due pilastri Bonucci e Donnarumma e consegnate le chiavi del gioco al giovane Bernardeschi lo scudetto è servito, diciotto vittorie e quota 61 punti. Omini blu in vacanza meritata per smaltire le fatiche e gli acciacchi di una cavalcata trionfale per poi rientrare agli ordini del mister già al lavoro nel suo studio ad esaminare le riconferme ed i nuovi acquisti per tentare nuovamente l'impresa ed un bis mai riuscito a nessuno.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?