Menu
A+ A A-

Attila remuntada pazza

Ultimi novanta minuti da dentro o fuori, partita secca con un solo risultato utile: la vittoria e i tre punti. Una squadra arriva lanciata a piena velocità, l'altra completamente piantata. Questo il clima in cui il grande condottiero prepara i suoi uomini per l'impegno che vale una stagione, per salvare onore e blasone da una retrocessione che pareva scontata ad una manciata di giornate dalla fine del campionato. I rossoneri, stracolmi di qualità e classe, hanno messo nel mirino l'ottava piazza e inanellato sei partite utili consecutive, quattro vittorie e due pareggi, recuperando dieci punti ai rivali di Gin Primo, completando l'inatteso sorpasso sulla linea del traguardo. Il goal salvezza è di Mario Pasalic (da oggi per gli Unni Super-Mario) che subentra dalla panchina ad un immenso Milinkovic, autore di una prodezza la domenica precedente. Ora meritato riposo e batterie da ricaricare in vista della prossima stagione. Tempo di bilanci, invece, in casa Gin con la squadra formalmente salva a marzo per poi affondare all'ultima giornata.
Leggi tutto...

Scudetto Unno, Attila spazza via il Cenè

Dopo una lunga stagione dominata in lungo e in largo, gli uomini di Attila erano chiamati all'ultima prova, senza appello, per aggiudicarsi il titolo e respingere definitivamente le insidie avversarie. Evidentemente caricati per la battaglia della vita, gli Unni spazzano via anche Gotham e mettono finalmente le loro mani sudice su un meritatissimo scudetto.

Una vittoria che parte da lontano, molto lontano, dallo scorso settembre quando Mr. Biguzzi ha puntato tutto sulla coppia testa-coda Buffon/Higuain, rispettando una delle regole base del fantacalcio: un portiere di una grande per limitare i malus e un bel punterone che assicuri un bottino di venti goal (e sappiamo tutti com'è andata a finire).

Mentre sul campo, Attila, ha dovuto attendere gli ultimi 90 minuti per vedere riconosciuti i propri meriti, ai punti la vittoria era già bella in saccoccia da tempo; sul traguardo il secondo si prende un distacco di una partita piena da almeno 5 reti, mentre il terzo arriva a ben due partite piene di ritardo.

Vittoria ineccepibile. Tuttavia, come la storia ci insegna, la parte difficile non è fare nuove conquiste... ma mantenere intatto il regno!

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?